#nuragico

A @romanzesu_villaggio_nuragico si trova il #tempioamegaron "A". Tre fasi edilizie e tre ingressi in asse
#romanzesu #villaggiosantuario #nuragico #bitti
#cooperativaistelai
www.romanzesu.sardegna.it

1💬

Loading...

Signora dei fiori e dei prati;
Signora delle maree, dei lamenti dell’oceano,
Benedetta Signora che invii la pioggia gentile,e maturi le messi ricche e i frutti odorosi.
Ascolta il canto che a te innalzo
Fra le tue sacre fronde.....
Quando la divinità era donna !!
#frutta#fragole#primizie#bonta#leggerezza#dea#deamadre#deamadresarda#natura#foodart#foodporn#sardegna#sardinian#sardinianfood#cibochedelizia#artfood#shardana#culto#archeologia#archeofood#propiziatoria#rito#femminismo#donna#nuragico#divinita#buonauspicio#madrenatura#madreterra

0💬

Loading...
Loading...

Alle pendici del passo di Caravai, a circa 1000 metri di altitudine, nella splendida vallata di Pratobello, in territorio di Fonni si trova una delle aree archeologiche più belle e interessanti della Sardegna, quella di Gremanu. All’interno di un fitto bosco di roverella, si trova infatti l’ unico acquedotto di età nuragica al momento noto in tutta la Sardegna, per un’area cultuale di grande interesse, estesa per la bellezza di sette ettari, nella quale le acque sorgive venivano canalizzate e convogliate attraverso una canaletta verso un primo pozzo circolare a monte – inclusa una vasca per le abluzioni rituali realizzata con blocchi in basalto – , dal quale partiva il sistema di canalizzazione a servizio del villaggio di cento capanne e del santuario più a valle. Si trattava quindi di un vero e proprio Santuario dedicato al culto della acque, la parte a valle è delimitata da un recinto rettangolare lungo circa 70 metri, al quale è stata addossata un’area dalla forma semicircolare che ospitava delle panchine, mentre le due capanne successive avevano la funzione di “filtro” e di accesso all’area sacra vera e propria costituita da un grande tempio circolare, il tempio rettangolare o a megaron – tipo di costruzione assai rara in Sardegna – e il tempio semicircolare costruito in conci di granito locale e dal diametro di nove metri.
#fonni #nuraghidisardegna
#nuragico #sardegna #lanuovasardegna #igersnuoro #thehub_sardegna #unionesarda #sardegnagram #sardegnageographic #sardegnaofficial #sosbattormorossardegna #nuoro #mountains #architecture #archeology #vivosardegna #sardegna_reporter #lauralaccabadora #vistanetsardegna #visitsardegna #outdoors #travel #adventuretime #new_photosardegna #focusardegna #thehub_nuoro #sardiniantales #sardiniaworld #nature

4💬

Loading...

Sa Perda Pinta è diventata il simbolo archeologico di spicco non solo di Mamoiada ma anche di tutta la Sardegna. Il suo ritrovamento e gli studi su questo singolare menhir hanno dato l’input alla segnalazione e al ritrovamento di numerose lastre e massi istoriati e non solo in Barbagia ma anche in tutta l’isola.
La presenza di numerose pietre con cerchi concentrici e coppelle nel piccolo centro barbaricino ha subito dato l’impressione che questo tipo di espressione religiosa e simbologica non fosse cosa da poco. Fenomeno a dir poco sconosciuto in Sardegna sino a pochi anni fa ma estremamente diffuso in tutta l’area celtica, dalla Scozia all’Irlanda, dal Galles alla G.Bretagna, Francia ecc… La cosa più sorprendente appunto è l’unicità del fenomeno nell’isola e la diversità notevole con gli altri menhir e lastre ritrovati a Mamoiada.
Cosa volevano rappresentare i neolitici con questi simboli? Pochi finora gli studi sull’argomento, ma esistono comunque alcune supposizioni che ricondurrebbero i simboli al culto della Dea Madre, portatrice di fertilità e abbondanza.
#nuragico #sardegnageograpich #sardegna #sardinia #cerdeña #italia #lanuovasardegna #unionesarda #videolina #nature #architecture #archeology #natgeo #sardegna_reporter #sardegnaofficial #volgo_sardegna #sosbattormorossardegna #sardegna_illife #top_world_photo #travelling_sardinia #travellingthroughtheworld #travel_drops #cats #vistanetsardegna #kings_sardegna #yallerssardegna #igersardegna #nuraghisardegna

7💬

Loading...

Il villaggio-santuario di Romanzesu si erge su un altopiano in località Poddi Arvu, in mezzo a un bosco, vicino alla sorgente del fiume Tirso. Fa parte del territorio di Bitti, da cui dista 13 chilometri, e si estende per sette ettari. Tutto in granito, comprende circa cento capanne, molte nascoste dagli alberi, e vari edifici di culto: un tempio a pozzo, con anfiteatro a gradoni, due a megaron, uno rettangolare, uno heeron (con reperti in ambra) e un misterioso labirinto. Il toponimo deriva dall’insediamento romano del II-III secolo d.C. Le prime notizie sul sito sono del 1919: lo scoprì l’archeologo Antonio Taramelli. Sette campagne di scavo a fine XX secolo ci hanno restituito frammenti di oggetti di ceramica, bronzo e piombo. Il cuore monumentale è il tempio a pozzo (XIII-IX a.C.), dalle cui fenditure sgorga l’acqua sorgiva. Presenta una scala d’accesso, una camera con pavimento e un bancone-sedile lungo la parete. È collegato tramite un corridoio di più di 40 metri a una vasca circolare lastricata, bacino cerimoniale dove si raccoglieva l’acqua. #bitti #nuragico #sardegna #barbagia
#storiasarda
#storia #suromanzesu #lanuovasardegna #unionesarda #sardegnaofficial #sardegnageographic #vivosardegna #volgosardegna #igersnuoro #igersardegna #focusardegna #sardinian_history #sosbattormorossardegna #sardegna_reporter #sardiniaworld #new_photosardegna #yallerssardegna #storia #italia #travel #mountains #nature #architecture #history #thehub_sardegna

7💬

Scrittura nuragica?
Scopriamolo insieme stasera, alle 17, alla Biblioteca Comunale di #macomer 📚



#condaghes #edizionicondaghes #editoriasarda #presentazionelibro #book #bookstagram #bookoftheday #culturasarda #sardegnacultura #nuragico #storiasarda #sardegna

0💬

Loading...

Un monumento nuragico unico nel suo genere, che si erge nelle campagne di Orune, nel Nuorese. Una delle eredità più significative e integre che la civiltà nuragica ci ha lasciato. Su Tempiesu è un tempio a pozzo dedicato al culto delle acque. Risale all’età del Bronzo recente (XIII secolo a.C.) ed è stato frequentato sino a inizio età del Ferro (IX a.C.). Il sito, scoperto nel 1953, è addossato a una parete rocciosa, dove sgorga l’acqua sorgiva che alimenta la fonte sacra, in località sa Costa ‘e sa binza, a sei chilometri da Orune. Su Tempiesu è l’unica testimonianza originale che ci rimane di struttura in elevato e coperta di un pozzo sacro. Il tempio è alto circa 7 metri, formato da vestibolo, scala e cella che protegge la vena sorgiva. Il vestibolo è quadrangolare con pavimento in leggera pendenza e pareti aggettanti, realizzate con lastre che formano uno stretto arco acuto. Alla base delle pareti laterali ci sono due banconi-sedile, mentre stipetti per le offerte sono collocati nella muratura. La parete di fondo immette in una scala strombata verso l’esterno (come quella del santuario di santa Cristina): quattro gradini ci conducono alla piccola camera a tholos, con pavimento lastricato e fossa di decantazione al centro. Eccezionale è la copertura, costituita da un tetto a duplice spiovente con doppia gronda scolpita. Il tetto culmina in un timpano triangolare. Sopra poggiava un acroterio che sosteneva venti spade votive in bronzo decorate e infisse in fori. Oltre a esse, nel pozzetto sono stati rinvenuti numerosi ex voto bronzei: pugnali, spilloni, pendagli, bracciali, anelli e soprattutto, statuine di offerenti, guerrieri, personaggi con mantello e bastone. #sardegna #orune #nuoro #lanuovasardegna #unionesarda #igersnuoro #volgonuoro #architecture #nuragico #sardegnaofficial #sardegnageographic #focusardegna #sardegna_reporter #sosbattormorossardegna #igersardegna #travel #picoftheday #volgosardegna #thehub_sardegna #vivosardegna #sardegna_real #adventure #mistero #pozzosacro #italia #visititalia #new_photosardegna #explorer #radici #sardinia

17💬

Artù il guardiano del tempio ⭐️ _
_
Estate del 1953. La famiglia Sanna, proprietaria di un fondo nella località di Sa Costa ‘e Sa Binza in territorio di Orune, mentre esegue dei lavori di terrazzamento per la realizzazione di un orto, vede affiorare alcuni conci in basalto lavorato…..​
L’acqua come oggetto di culto, principio di tutte le cose, uno dei quattro elementi base dell’Universo. I sardi nuragici credevano profondamente nelle proprietà curative e purificatrici dell’acqua, per questo edificavano monumenti intercettando le sorgenti per incanalarle all’interno di templi di pietra. Come nel caso della fonte sacra di Su tempiesu, ritenuta, non a torto, uno dei monumenti più rappresentativi della civiltà nuragica. La storia della scoperta del sito affascina almeno quanto la credenza dei sardi nuragici nel potere sacrale dell’acqua
#sardegna
#sardinia #lanuovasardegna
#unionesarda #videolina #igersardegna #sosbattormorossardegna #sardegnagram #sardegnageographic #sardegnaofficial #sardegna_reporter #nature #nuraghidisardegna #nuragico #tombadeigiganti #visitsardegna #visitsudsardegna #cagliari_illife #cagliari #sardegnartecultura #vivosardegna #sardegnammy #outdoors #archeologia #passato #thehub_sardegna #new_photosardegna #imagesofsardinia #yallerssardegna #focusardegna

0💬